Il veliero di Roccella

Tredici anni fa mi trovavo sulla SS 106 nei pressi di Roccella Jonica (comune della Provincia di Reggio Calabria) per un motivo che adesso mi sfugge. Doveva essere una di quelle gite fuori porta che spesso facevo con la mia famiglia, o forse una delle tante uscite in solitaria, per andare a visitare e fotografare posti nuovi. La giornata volgeva al termine e dovevo (o dovevamo) rientrare. Ad un certo punto guardando in direzione del mare noto un battello in legno, che si trovava arenato in prossimità della spiaggia, contro alcuni scogli. Rimango sbalordito anche perché non conoscevo storie recenti, di battelli naufragati lungo le coste calabresi, quindi quel battello forse doveva trovarsi li da un bel po di tempo e io ne ignoravo, fino a quel momento, l'esistenza. Ormai ero di ritorno, e non potevo più tornare indietro per osservarlo da vicino. Mi ero promesso che ci sarei ritornato un altro giorno; e così è stato.

Il giorno successivo chiedendo ad alcuni miei amici fotografi, ho ricevuto più informazioni, addirittura il posto era abbastanza conosciuto, a tal punto che era diventato anche set fotografico per tante coppie, che il giorno del matrimonio, si facevano ritrarre con sullo sfondo questo veliero; per altro era diventato anche un simbolo di Roccella e meta di tanti turisti. Il veliero (un brigantino in legno di 30 metri, un Elektra Pol 3070 Gdansk) così come viene riportato anche sul sito del Comune di Roccella, era naufragato nel dicembre del 2001; un anno prima del mia "scoperta". Chiedendo e leggendo notizie frammentarie; scopro che il veliero si trovava in quelle zone, perché doveva essere presente all'inaugurazione del centro commerciale "Le Gru" di Siderno.

A causa delle avverse condizioni meteo e del mare agitato, il veliero con il motore in avaria naufragò nelle vicinanze del porto di Roccella contro alcuni scogli. Gli occupanti del battello, tre marinai polacchi, furono tratti in salvo da alcuni militari della Guardia di Finanza di Roccella. Nel 2002 quindi mi recai sul posto per eseguire alcuni scatti a pellicola e un fotogramma fu acquistato successivamente dalla Provincia di Reggio Calabria che in quel periodo stava ricostituendo il suo archivio e aveva indetto a tal proposito un concorso fotografico. Negli anni ci tornai altre due volte eseguendo scatti anche in digitale; ma notavo che il veliero rispetto alla prima volta che lo osservai, andava perdendo parti, che venivano distrutte dalle onde del mare. L'ultima volta che mi recai sul posto è stato nel 2008, la foto a corredo del post è invece del 2005. Il Veliero dal 2008 è andato sempre più verso il deterioramento e la distruzione totale, oggi purtroppo quello che ormai era conosciuto come il "Veliero di Roccella" non esiste più; il mare lo ha definitivamente cancellato.

About Author
filippolabate
Italian photographer based in Saint Petersburg – Russia. On the website you can view his portfolio and contact information. Available worldwide.
error: